Studio di Deutsche Bank sull’indipendenza del Veneto, della Catalogna e della Scozia

La Deutsche Bank ha pubblicato uno studio molto interessante sui movimenti indipendentisti europei. Lo studio mette sullo stesso piano il Plebiscito Digitale svoltosi in Veneto il 16-21 marzo 2014 ed il referendum informale catalano del 9 novembre 2014 e il referendum ufficiale per l’indipendenza della Scozia del 18 settembre 2014, inserendo il dossier Veneto a pieno titolo tra le questioni aperte in Europa per rivendicazioni di tipo indipendentista, e questo proprio grazie al Plebiscito Digitale ed ai risultati ottenuti da Plebiscito.eu.
“Il 2014 sarà ricordato come l’anno della rinascita delle aspirazioni del Regionalismo Europeo. I cittadini in Scozia, Catalogna e Veneto hanno espresso il loro desiderio nella votazione sull’indipendenza della loro regione – con diversità di carattere costituzionale – rendendo l’autodeterminazione regionale più forte possibile”.

Schermata 2015-01-11 alle 18.57.44Lo studio mette in rilievo le sfide poste dall’indipendentismo al sistema degli stati europei. Le conclusioni pongono alcuni interrogativi sui costi nascosti di creazione di una struttura statale (difesa, organizzazione etc.) per le nuove regioni che ambiscono all’indipendenza. Esso a nostro avviso meriterebbe un approfondimento per rilevare in realtà anche i costi nascosti che verrebbero meno con l’indipendenza, dovuti ad esempio al venir meno di sprechi sistemici delle burocrazie dei grandi stati basati su un welfare socialdemocratico e clientelare non più sostenibile in un mondo globale.

L’analisi completa svolta da Frank Zipfel, Stefan Vetter e Daniel Pietzker per conto di Deutsche Bank AG può essere scaricata da questa pagina.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

^